PETER CINCOTTI, MATTHEW LEE e PETER BENCE IN TRIONFO AL REGGIO LIFE FEST

Share on Facebook Share on Linkedin Share on Google+
10/07/2018
742 visualizzazioni

Dopo le prime due serate, con gli eccezionali concerti del cantautore e pianista newyorkese Peter Cincotti e dello straordinario Matthew Lee, “il genio del Rock’n’roll, un altro fenomeno del pianoforte è stato il protagonista assoluto della terza serata del “Reggio Live Fest” all’Arena dello Stretto di Reggio Calabria: il ventisettenne pianista e compositore ungherese Peter Bence.

Si è chiuso con circa dieci minuti di applausi e una interminabile quanto entusiastica standing ovation, il concerto della stella di Budapest, il musicista che ha stabilito il record del mondo per il maggior numero di suoni prodotti in un minuto con il pianoforte: ben 765! Un concerto splendido, che ha letteralmente incantato il pubblico del Festival diretto da Ruggero Pegna, molto soddisfatto a fine serata. Straordinario e oltre ogni previsione, infatti, il successo di pubblico e consensi ottenuto da “Pianoman”, la sezione internazionale del “Reggio Live Fest”, evento musicale rivolto anche quest’anno alla ribalta mondiale, frutto della sinergia tra “Fatti di Musica”, trentaduesima edizione del Festival del Live d’Autore diretto e organizzato da Pegna e “Alziamo il Sipario”, il Festival dell’ Assessorato alla Cultura del Comune di Reggio Calabria, entrambi riconosciuti dall’ Assessorato Regionale alla Cultura come “Eventi Storicizzati” e “Grandi Festival Internazionali” per la Valorizzazione dei Beni Culturali della Calabria.

Il promoter, autore anche del romanzo antirazzismo “Il cacciatore di meduse”, ha aperto la serata dedicandola a Daisy Osakue, l’atleta azzurra di origine nigeriana ferita a Moncalieri. Nonostante fosse un lunedì, l’Arena dello stretto e il Lungomare Falcomatà sono stati gremiti da fan e appassionati arrivati da tutto il Sud, vista l’unicità e l’eccezionalità del concerto.

Peter Bence, infatti, è venuto in Italia solo per questo evento e tornerà a inizio dicembre, dal 3 al 7, per il tour che toccherà Roma, Torino, Bologna e Firenze. Definito dalla stampa di tutto il mondo “The Worlds’s fastest Piano Player and new worldwide crossover phenomenon”, il pianista più veloce del mondo, un autentico fenomeno perfino inserito nel “Guinness World Records”, in oltre novanta minuti di concerto ha confermato tutta la fama e le doti di musicista di razza che lo precedevano e lo accompagneranno certamente in tutta la sua carriera, destinata a un crescente successo mondiale. Con il suo modo unico e geniale di “trattare” il pianoforte e l’innata capacità di stabilire un feeling davvero speciale con il pubblico, coinvolto in più occasioni, il ventisettenne pianista ungherese ha raggiunto un sensazionale successo mondiale, che lo scorso anno lo ha portato ad esibirsi in 20 Paesi di tutti i continenti. Ricca la scaletta, dall’apertura con lo straordinario hit  “Cry me a river”, portato al successo da Ella Fitzgerald, fino a “Don’t stop me now” e “Somebody To Love” dei Queen,  passando per personali e originalissimi arrangiamenti di brani di Michael Jackson, Sia e, perfino, dei mitici Beatles come “Here comes the sun”. Anche Peter Bence è stato premiato con il prestigioso “Riccio d’Argento” realizzato dall’orafo crotonese Gerardo Sacco, storico riconoscimento di “Fatti di Musica” ai Migliori Live d’Autore nazionali e internazionali, nella sezione dedicata ai “Migliori Musicisti del Mondo”. E’ la prima volta, in 32 edizioni,  che il premio viene assegnato ad un artista ungherese.

Perfetta la scelta di proporre tre grandi pianisti molto diversi tra loro. Peter Cincotti, considerato l’erede di Elton John e Billy Joel, Matthew Lee, l’acrobata del pianoforte e il fenomeno Peter Bence, hanno ammaliato tutti con i loro diversi generi e le differenti personalità artistiche, decretando l’indiscutibile successo dello speciale format di questa sezione internazionale del “Reggio Live Fest”, dedicata quest’anno a pianisti unici, originali e inimitabili.

Oltre al promoter Ruggero Pegna, grande soddisfazione hanno espresso anche l’Assessore comunale ai Grandi Eventi Nicola Paris e Umberto Giordano, dirigente dell’Assessorato alla Cultura: “Una tre giorni indimenticabile per Reggio sia per la bravura degli artisti, sia per la magica location impreziosita da una grande cornice di pubblico. Un festival di altissimo spessore artistico-culturale che – hanno affermato – ha dimostrato quanto puntare sulla qualità e l’originalità sia stato apprezzato dal pubblico, con una importante ricaduta in termini di presenze e promozione per tutta la Città!”.


comunicato - Conferenza di Presentazione

Presentata nella Sala dei Lampadari del Comune di Reggio Calabria dal sindaco Giuseppe Falcomatà l’ ”Estate Reggina 2018” e, in particolare, il programma del “Reggio Live Fest”, la serie di eventi frutto della sinergia tra “Fatti di Musica”, trentaduesima edizione del Festival del Live d’autore diretto e organizzato da Ruggero Pegna e “Alziamo il Sipario”, il Festival dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Reggio Calabria, entrambi riconosciuti dall’Assessorato Regionale alla Cultura come “Eventi Storicizzati” e “Grandi Festival Internazionali” per la valorizzazione dei Beni Culturali della Calabria.

Si partirà “Pianoman”, la sezione internazionale di fine luglio. Dopo la fortunata “Reggio chiama Rio” della scorsa edizione, abbinata a Cultura e Musica del Brasile, quest’anno la speciale sezione di big della musica mondiale sarà dedicata al pianoforte, con tre autentici geni del panorama musicale internazionale nel magico scenario dell’Arena dello Stretto, ad ingresso libero, a partire dalle ore 21.30.

Il 28 luglio aprirà questa sezione del festival l’unico concerto al Sud del tour “Long way from home” di Peter Cincotti, tra i più bravi pianisti, autori e compositori del nuovo panorama pop-jazz mondiale. Il tour 2018 della stella newyorkese segna solo 4 concerti in Italia: Verona e Milano in giugno, quindi Marina di Pietrasanta (Lu) il 26 luglio e, quindi,  Reggio Calabria il 28 luglio all’Arena dello Stretto.

Il suo tour mondiale che lo porterà anche a Reggio, prende il titolo dal suo nuovo album, appunto Long Way From Home, uscito lo scorso ottobre. Scritto, arrangiato e prodotto dallo stesso Cincotti contiene 12 tracce in cui il musicista mescola con naturalezza pop, rock, blues e jazz, nel suo stile unico ed inconfondibile. È il suo album più personale fino ad oggi e, rispetto ai suoi precedenti lavori, “Long Way From Home” incorpora un pianoforte più ritmico giocando con una piega pop. "Mai prima d'ora ho usato il pianoforte in questo modo. Alcuni anni fa ho iniziato ad avere delle idee per un album che portasse un pianoforte più attivo, più ritmico, nel paesaggio della musica moderna", ha detto Cincotti che, tra i suoi estimatori, annovera perfino Elton John.

Sullo stesso palcoscenico, il 29 luglio sarà di scena il “Pianoman Tour” di Matthew Lee, il “genio del Rock’n’Roll” con la sua band. Definito come lo "straordinario performer", Matthew è pianista e cantante innamorato del rock'n'roll, che ha fatto propri gli insegnamenti dei grandi maestri del genere. Un vero talento e fenomeno degli 88 tasti. Nella sua seppur breve carriera vanta già ben oltre 1000 concerti in tutto il mondo.  Matthew Lee oggi è considerato uno dei principali protagonisti di uno dei trend internazionali di maggior appeal: il rilancio delle atmosfere anni ‘50. 

«Per quanto mi riguarda essere d’altri tempi – sostiene Matthew Lee - non significa rimanere ancorato al passato, ma semplicemente recuperare valori importanti, che forse stavamo rischiando di perdere, il tutto però rivisto in una chiave attuale, non “un’operazione nostalgia", ma qualcosa che spero possa essere percepito come una novità”.

Infine, il 30 luglio, questa sezione internazionale del “Reggio Live Fest 2018”, dedicata a tre virtuosi “mostri” del pianoforte, si chiuderà con  l’unico straordinario concerto estivo in Italia di Peter Bence, definito dalla stampa di tutto il mondo “The Worlds’s fastest Piano Player and new worldwide crossover phenomenon”, il pianista più veloce del mondo, un autentico imperdibile fenomeno, perfino inserito nel “Guinness World Records”.

Con i suoi originalissimi arrangiamenti di brani di Michael Jackson, Queen e Sia, e con il suo modo unico di “trattare” il pianoforte, il ventisettenne pianista ungherese ha raggiunto un sensazionale successo mondiale, che lo scorso anno lo ha portato ad esibirsi in 20 Paesi di tutti i continenti. Il suo è certamente un appuntamento imperdibile.

Dopo la parentesi all’Arena dello Stretto,  nuovo trasferimento del Festival in un’ altra location incantevole, la centralissima restaurata Piazza Duomo, per due attesissimi appuntamenti unici in Calabria (questi a biglietti, seppur a prezzi ridotti): venerdì 17 agosto l’esplosivo “DYC Tour2018” dei Negrita (biglietti € 29,90) e domenica 19 agosto il concerto di Roberto Vecchioni con la sua band (tutti posti numerati: poltronissima € 34, poltrona € 29,90).

La band aretina, che presenterà uno show davvero imponente, sarà premiata come band dell’anno, mentre a Roberto Vecchioni sarà consegnato il Premio Riccio d’Argento del Festival nella sezione  “Miti della musica d’autore italiana”, realizzato appositamente dall’orafo calabrese Gerardo Sacco. Per il concerto del cantautore milanese sarà allestita una platea a sedere che trasformerà Piazza Duomo in un grande teatro all’aperto.

La Piazza sarà interamente delimitata e chiusa dal 16 agosto, accessibile solo con i biglietti degli spettacoli, come già predisposto dallo stesso Pegna in precedenti simili concerti, sia in Piazza del Popolo nel 2012 per Biagio Antonacci, sia in Piazza Castello per i concerti di Paolo Conte e Caparezza.

Dopo la parte estiva, il “Reggio Live Fest”, coproduzione di  “Fatti di Musica Radio Juke Box” e “Alziamo il Sipario”, ripartirà nei giorni 30 novembre e 1 dicembre  dal Palacalafiore di località Pentimele, con il ritorno a Reggio Calabria dopo dieci anni dell’Opera musicale “La Divina Commedia” di Marco Frisina, con la regia di Andrea Ortis, una grande cast e la voce narrante di Giancarlo Giannini. Previsti due spettacoli serali alle ore 21 e due matinée per le scuole alle ore 10.15. Infine, nei giorni 7 e 8 dicembre, grande chiusura al Teatro Cilea con il Musical originale “Flashdance”.

All’affollatissima Conferenza di oggi coordinata da Francesco Malara, responsabile dell’Ufficio Stampa del Comune, hanno partecipato insieme al sindaco Falcomatà anche i delegati comunali al Turismo e grandi eventi Giovanni Latella e Nicola Paris, il delegato della Città Metropolitana Filippo Quartuccio, il dirigente dell’Ufficio Cultura Umberto Giordano, il promoter Ruggero Pegna, numerosi operatori culturali della Città.

“Anche quest’anno Reggio avrà un programma estivo ricco di eventi di altissima qualità, assoluto spessore artistico-culturale e di livello internazionale – ha detto il Sindaco – che contribuirà a valorizzare i siti storici, i beni culturali e le location più belle della Città, dall’Arena dello Stretto alla riqualificata Piazza Duomo, un programma di prestigio e di grande risonanza che sarà arricchito da ulteriori eventi predisposti dalla Città Metropolitana.”.

Il primo cittadino ha anche ricordato l’impegno a sostenere gli eventi con una rafforzata campagna pubblicitaria mediante nuovi impianti multimediali, campagne social e l’ hashtag #belliegentili, che sarà uno degli slogan dell’Estate Reggina 2018. Infine, ha ribadito l’importanza del progetto dell’Assessorato alla Cultura, suggellato dal protocollo d’intesa tra i festival Alziamo il Sipario e Fatti di Musica, che ha consentito al Comune di potersi aggiudicare il bando triennale regionale finanziato con fondi della Comunità Europea.  

I biglietti di tutti gli eventi, ad eccezione della sezione ad ingresso libero all’Arena dello Stretto, sono disponibili nei punti Ticketone e online al sito www.ticketone.it. Per tutte le informazioni: tel. 0968441888 www.ruggeropegna.it, www.reggiocal.it.

 

Photo Gallery
Commenti